Le mura di cinta di un’abitazione rappresentano sicuramente il biglietto da visita, pertanto occorre provvedere a trovare una soluzione che possa renderli meno anonimi. Certo, se il budget lo consente potremo realizzarli direttamente in pietra, condizione che però implica un esborso non indifferente che aumenta ovviamente, all’aumentare delle dimensioni. Dunque, per chi deve coprire un muro non rinunciando all’effetto della pietra naturale  è possibile pensare ai rivestimenti con pannelli in pietra naturale, l’effetto che si ottiene è lo stesso di un muro in pietra con costi e tempi decisamente inferiori.

Materiale occorrente
Il pannello da noi selezionato è il modello Botticino Bo 005 della collezione New Decoration, oltre ai pannelli occorre un certo quantitativo di stucco per il riempimento delle fughe ( circa 0,5 Kg a metro quadro) , la schiuma poliuretanica per l’incollaggio dei panelli sul muro ( circa 1 bomboletta per 2,5 metri quadri) ed infine, l’ossido ( circa 100 ml a metro quadro) con il quale poter conferire la giusta colorazione alle fughe ed alle pietre in corrispondenza di eventuali tagli.

 

Attrezzatura occorrente
Trapano, cacciavite/avvitatore, matita, scala,  flessibile per il taglio dei pannelli, metro avvolgibile, pennello e bacinella che serviranno per l’applicazione degli ossidi e un sac à poche per l’applicazione dello stucco. Occorrerà inoltre munirsi di martello e scalpello per eliminare eventuale protuberanze.

Fase preparatoria

Il muro che vogliamo rivestire è di recente realizzazione in cemento armato; presenta qualche protuberanza dovuta al cemento fuoriuscito dalle forme al momento della colata; muniti di martello e scalpello provvediamo dunque ad appianare ed eliminare ogni sporgenza, in modo da avere una superficie piatta e priva di polvere.

Dopo aver pianificato la posa e aver deciso la disposizione dei vari pannelli sul muro, iniziamo con la tracciatura dei panelli

Procediamo al taglio mediante l’uso di una smerigliatrice

Eliminare la polvere residua con un pennello o meglio ancora con aria compressa

Mediante il nebulizzatore inumidire la parte posteriore del pannello per migliorare la presa

Applicare la schiuma poliuretanica sul retro del pannello distanziando le strisce di circa 10 cm

Inumidire il muro in modo da migliorare la presa della schiuma

Applicare il pannello sulla parete esercitando una leggera pressione

Fissare il pannello con viti e tasselli avendo cura di utilizzare rondelle;  il fissaggio è solo provvisorio, ad indurimento della schiuma le viti possono essere rimosse

Dopo l’indurimento della schiuma occorre pulire le fughe muniti di uno strumento metallico

Inumidire i giunti con apposito nebulizzatore

Applicare lo stucco servendosi del sac a poche

A parziale essiccatura dello stucco, rifinire i giunti con uno strumento metallico

Dopo l’indurimento dello stucco, versare l’ossido fuga in una bacinella

Applicare l’ossido nei giunti servendosi di un pennello

Ecco il risultato finale!